Hiroshima - Centro per la Pace

Kenzo Tange – Centro per la pace (Hiroshima, Giappone, 1949-1955)

Il progetto, firmato da Kenzo Tange con Takashi Asada e Sachio Otani si sviluppa mediante la vincita a un concorso di architettura del 1946 e proclamato vincitore nel 1949, dove viene decisa la ricostruzione di Hiroshima. Il concorso richiedeva la realizzazione di un museo, di un auditorio e di una piazza. Nel complesso si trova l’opera principale, un monumento alle 200000 vittime della bomba atomica.

Hiroshima - Centro per la Pace - Vista frontale del memoriale
Hiroshima – Centro per la Pace – Vista frontale del memoriale

E’ un progetto definito semplice, brutale e senza retorica che darà a Kenzo Tange l’attenzione da parte di tutto il pubblico internazionale. Successivamente viene difatti invitato dal CIAM al congresso “Il cuore della città” a Hoddesdon, in Inghilterra.

Hiroshima - Centro per la Pace - Piante
Hiroshima – Centro per la Pace – Piante

Questo progetto richiama alcune idee di Le Corbusier e nel contempo cerca di ristabilire la continuità (negata dalla seconda guerra mondiale) nella ricerca e nel dibattito architettonico giapponese.

Hiroshima - Centro per la Pace - Masterplan
Hiroshima – Centro per la Pace – Masterplan

Il richiamo con Le Corbusier è evidente anche in uno stilismo costruttivo, è un lungo parallelepipedo innalzato su pilotis, con facciate realizzate in cemento a vista e vetro ritmate da esili setti verticali.

Il Centro per la Pace viene terminato a 10 anni dall’esplosione della bomba atomica nel 1955, e nel 1989 l’auditorium viene ristrutturato e trasformato in centro congressi sempre a opera di Tange.

BIBLIOGRAFIA

  • P.Riani, Kenzo Tange, Sadea/Sansoni, Firenze 1969
  • Tolic I., Kenzo Tange, Milano, 24 Ore Motta Cultura srl.
  • B.Bognar, The Japan Guide, Princeton Architectural Press, New York 1995
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *